La rivista
Dopo aver effettuato il Login sarà possibile accedere ai contenuti della rivista, sfogliarla online e scaricarla in PDF.
in primo piano
News della letteratura
Meno fibrosi e infiammazione: il successo delle gliflozine a livello renale
È ormai dimostrato come gli inibitori del riassorbimento renale di glucosio siano in grado di rallentare la progressione del declino della funzione renale nei soggetti con diabete mellito di tipo 2. Non ancora del tutto chiariti, però, risultano i meccanismi alla base di questo effetto.
Empagliflozin protegge i reni dei pazienti diabetici con o senza scompenso cardiaco
È ben nota l’associazione tra scompenso cardiaco e disfunzione renale ed è altrettanto noto che i soggetti con diabete hanno un maggior rischio di scompenso cardiaco e di insufficienza renale rispetto alla popolazione non diabetica.
Semplificare è semplice! GLP-1 e insulina basale valida alternativa al regime basal-bolus nel diabete scompensato
Il diabete mellito di tipo 2 (DM2) è una patologia che affligge circa 30 milioni di americani. La sua gestione cronica ha un enorme impatto su costi sociali ed economici. Nonostante i numerosi sforzi e le nuove molecole euglicemizzanti, una gran parte della popolazione con DM2 non ottiene un compenso glicemico adeguato, ciò li rende più proni a sviluppare complicanze sia micro- sia macrovascolari nel medio-lungo termine.
Effetti del monitoraggio a scansione della glicemia interstiziale nel diabete tipo 2
I recenti avanzamenti delle innovazioni tecnologiche hanno profondamente modificato la gestione del paziente diabetico, in particolare per quanto riguardo lo sviluppo e la disponibilità dei sistemi di monitoraggio della glicemia interstiziale. Al momento attuale vi sono pochi dati circa dimostrazioni di efficacia di questi sistemi su pazienti con diabete tipo 2.
Nessun aiuto dalla vitamina D3 nel prevenire il diabete
Negli ultimi decenni, un basso livello circolante di 25-idrossi-vitamina D (25OH-D) è emerso come potenziale fattore di rischio per diabete mellito tipo 2 (DM2). Questa ipotesi si basa su dati di associazione tra ridotta funzione beta-pancreatica ed insulino-resistenza con ridotti livelli ematici di 25OH-D.
Scarica l'app per il Calcolo del GFR!
Con il supporto educazionale di